ministriLa pastorale della consolazione  ha iniziato facendo riferimento al documento conciliare “Apostolicam Actuositatem”: chiunque è affetto da tribolazione e da malferma salute va cercato, trovato, consolato e sollevato  dalla carità cristiana…”.
Nella tristezza, nella malattia, nel lutto, nella persecuzione, l’uomo ha bisogno di conforto, cerca un consolatore. Nella chiesa la funzione di consolatore rimane essenziale per testimoniare che Dio consola per sempre i poveri e gli afflitti. Poiché il silenzio non protegge dal dolore,  la pastorale della consolazione, facendo riferimento all’incontro dei discepoli di Emmaus con Gesù, vuole essere lo spazio e il tempo dove la persona dolente trova:   accoglienza- ascolto- accettazione incondizionata- condivisione- speranza.

Attualmente nella Parrocchia di San Leonardo Limosino ci sono 6 persone che partecipano all’Assemblea Eucaristica  con questo ulteriore servizio:  collaborare affinché tutti possano entrare in Comunione con Gesù risorto e soprattutto coloro che non possono partecipare alla celebrazione.  Ecco che tutta la Comunità potrà partecipare all’incontro salvifico con il Sacramento donatoci da Gesù .

Affidiamo tutto questo a Maria nostra Madre Consolatrice affinché preghi assieme a noi, con le stesse parole di Paolo (Ef 1,17-20), perché “ vi dia uno spirito di sapienza e di rivelazione per una più profonda conoscenza di Lui. Possa Egli davvero illuminare gli occhi della vostra mente per farvi comprendere a quale speranza vi ha chiamati, quale tesoro di gloria racchiude la Sua eredità fra i santi e qual è la straordinaria grandezza della Sua potenza verso di noi credenti, secondo l’efficacia della Sua forza che Egli manifestò in Cristo, quando lo risuscitò dai morti e lo fece sedere alla Sua destra nei cieli”. 
Buon cammino!

Parrocchia di San Lorenzo Limosino
Via Imperiale, 189 - 41030 Mirandola (MO)

 

Privacy Policy

fb1