Dall'anno pastorale 2018/2019 inizia il rinnovamento del cammino di iniziazione cristiana. Il percorso tradizionale che viene esposto qui sotto cederà il posto al percorso catecumenale, in cui bambini e famiglie saranno coinvolti a partire dalla 2° elementare fino alla 1° media.

“E’ necessario che l’annuncio utilizzi l’intera gamma dei linguaggi umani e della fede:quello biblico-narrativo, quello simbolico della liturgia, quello dottrinale, quello estetico della poesia e dell’arte, quello della preghiera. Ogni forma di annuncio deve aprire il cuore alla misericordia, senza riserve né esclusioni.” (dalla Lettera pastorale per l’anno 2015/2016 del Vescovo Gerardo)

Logo catechesi con te

Il percorso che presentiamo parte da alcuni punti fermi, che sembrano già acquisiti, ma che sempre vanno sottolineati:

1) La parola catechismo nella sua radice significa “fare eco alla parola” (infatti la parola catechizzare non è usata solo in ambito ecclesiale). Per la comunità ecclesiale significa fare eco alla Parola di Dio. La Bibbia inizialmente non era scritta ma era raccontata di generazione in generazione, era come un eco che si dispiegava nelle pieghe del tempo fino a quando il popolo d’Israele, mosso dallo Spirito, ha deciso di mettere tutto in forma scritta. Oggi anche a noi viene chiesto di essere eco della Parola con la vita.

2) Altro elemento importante è la formazione: non ci si può improvvisare catechisti. Quando preparo l’incontro di catechismo devo sapere cosa dico, devo sapere cosa porto in dono ai ragazzi. Questo significa che l’incontro non può essere preparato all’ultimo minuto, ma va preparato meditando e vivendo quell’argomento particolare, trovando anche episodi di vita quotidiana attuale che si rifanno a quell’argomento e che possono illuminare la quotidianità del ragazzo.

3) Ulteriore elemento è la creatività. Il sussidio del catechismo della CEI resta e resterà sempre un sussidio, cioè un importante aiuto alla quale fare riferimento. Utilizzeremo in parte materiale del sussidio della Diocesi di Milano che negli ultimi anni ha portato avanti un progetto "nuovo" di iniziazione cristiana, nel quale è importante il coinvolgimento dei genitori e delle famiglie. È, comunque, compito del catechista trovare quei canali creativi per aiutare la comprensione dei contenuti. Un gioco, una dinamica di gruppo, il racconto di una storia per un ragazzo possono essere un canale privilegiato per la comprensione di un contenuto, per imparare a viverlo.

4) Ultima, ma non meno importante, l’attenzione alla celebrazione dei sacramenti. Talvolta, purtroppo, il cammino del catechismo è finalizzato alla celebrazione del sacramento, dopo la quale si perde ogni forma di continuità. E’ particolarmente necessario proporre e sostenere quel cammino successivo che apre alla mistagogia, cioè al vivere i frutti della celebrazione, sperimentando quella vita nuova che nasce dal sacramento stesso.

Specificati questi quattro capisaldi, passiamo a presentare il cammino di iniziazione cristiana, che inizia dalla seconda elementare e termina in prima media.

 

TRACCIE E INDICAZIONI DEL CAMMINO...

Con te 4 Cristiani

La seconda elementare è l’anno di partenza. Si parte da una alfabetizzazione della fede, potremmo dire dall’ABC, così da poter preparare il bambino al cammino da fare. Attraverso le grandi narrazioni bibliche e la conoscenza dei luoghi della Chiesa, si vuole educare il ragazzo a saper cogliere il senso dell’avventura dell’essere cristiani. Insegnare pian piano le principali preghiere ed il loro significato è un modo per educare il bambino a sentirsi più vicino a Dio.

  La terza elementare è l’anno della celebrazione della riconciliazione. Il ragazzo viene accompagnato ad incontrare Gesù che ci vuole bene e ci ama, anche quando commettiamo degli sbagli.

  La quarta elementare è l’anno dell’incontro con Gesù Eucarestia. L’intero anno è un continuo scoprire la figura di Gesù che mi invita a sedermi a tavola con Lui.

  La quinta elementare è l’anno di inizio preparazione alla Cresima. A partire da quest’anno è importante che il ragazzo, accanto agli incontri di catechismo, inizi a vivere momenti di aiuto/collaborazione nella comunità.

  La prima media è l’anno della celebrazione della Cresima. Anche in quest’anno accanto agli incontri è giusto che il ragazzo inizi a vivere sempre più la comunità.

 

MODULO ISCRIZIONE CATECHISMO 2018/2019

 

Parrocchia di San Lorenzo Limosino
Via Imperiale, 189 - 41030 Mirandola (MO)

 

Privacy Policy

fb1